psr logo

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

PROGETTO ProBIACE
Capofila: Azienda Agricola Franco Di Pippo


Via Napoli, 50 - Roccamonfina (CE)

dipippofranco52@gmail.com

Il territorio rientrante nella provincia di Caserta presenta un’estesa copertura boschiva: un mantello ininterrotto, costituito da castagneti e faggeti che ricoprono tutte le aree montane, e da un’alta biodiversità floro-faunistica. I progressi scientifici e il conseguente sviluppo tecnologico da un lato hanno prodotto un notevole progresso socio-economico, dall’altro hanno di fatto incrementato la presenza antropica sul territorio, innescando forti processi di urbanizzazione, industrializzazione, ecc. Il risultato prodotto è una radicale trasformazione dell’uso del suolo, a cui si associa un sensibile aumento dell’impatto sullo stesso che porta inevitabilmente a situazioni di squilibrio eco-ambientali spesso irreversibili. Inoltre, si sta marcando il rischio di dissesto idrogeologico, ulteriormente accentuato quando si verifica un incendio boschivo. In seguito all’incendio boschivo, infatti, il rischio idrogeologico diventa maggiormente preoccupante, a causa del suolo denudato, in particolare in concomitanza con intense precipitazioni.

Con il progetto PROBIACE si vuole contribuire per fare in modo che tutto il patrimonio agricolo e forestale venga tutelato, facendo comprendere quali sono i comportamenti adeguati per a salvaguardia delle risorse ambientali attraverso:

1) il miglioramento della gestione e l’uso delle risorse agricole e forestali con modalità e intensità tali da garantire la loro biodiversità, produttività e capacità di rinnovazione, vitalità e potenzialità per svolgere ora e in futuro rilevanti funzioni ecologiche, economiche a livello territoriale;

2) la valutazione ed il riconoscimento dei principali rischi dovuti ai pericoli naturali (avversità atmosferiche, erosione dei suoli agricoli, incendi, fitopatie, ecc.) e di conseguenza mettere in campo tutte le misure possibili per minimizzarne gli impatti;

3) l’incentivazione all’applicazione dei metodi di produzione integrata, che favoriscono, in particolare, l’uso razionale dei fertilizzanti e dei fitofarmaci in agricoltura;

4) l’incentivazione all’adozione di pratiche agronomiche volte alla conservazione e all’incremento della sostanza organica dei terreni attraverso l’apporto di matrici organiche e tecniche agronomiche conservative tali da prevenire l’erosione e migliorare la gestione dei suoli contro la minaccia di perdita di fertilità e produttività;

5) il miglioramento della competitività nella filiera agroalimentare attraverso regimi di qualità aderendo ed incentivando il metodo di produzione biologica.

Il progetto si articolerà attraverso varie fasi:

WP1: Valutazione delle problematiche ambientali e del territorio e studi di fattibilità per incentivare l’uso efficiente delle risorse per promuovere la biodiversità della Provincia di Caserta

L’obiettivo è di descrivere il contesto nel suo stato attuale e futuro evidenziando le problematiche presenti sul territorio della Provincia di Caserta.

Si elaboreranno studi di fattibilità i cui risultati tali possano essere la base per la realizzazione di progetti collettivi finalizzati alla risoluzione delle criticità ambientali e alla riduzione dell’impatto ambientale in agricoltura, preservando la biodiversità naturalistica e agraria.

WP2: Campagna di sensibilizzazione e divulgazione per tutelare e valorizzare gli ecosistemi agrari e forestali tramite i benefici ambientali derivanti dalle misure del PSR

Tramite le attività di animazione rivolte a tutto il territorio si vuole massimizzare la conoscenza dei benefici derivanti dalle misure attuabili del PSR, massimizzando l’efficacia delle risorse e degli strumenti dedicati all’azioni collettive. Le attività saranno anche possibilità di confronto e scambio di conoscenze e competenze tra le realtà agricole del territorio della Provincia di Caserta. Si prevede di contribuire al rafforzamento della programmazione locale, dell’approccio integrato e della progettazione partecipata e collettiva in campo agro-ambientale.

WP3: Attività di coordinamento e gestione operativa

Si vuole ottenere un’ottima sinergia tra i partner in modo da rispettare il cronoprogramma, il corretto utilizzo degli investimenti previsti e svolgere le attività predefinite per ottenere gli obiettivi desiderati e definiti da progetto.

  • Azienda agricola Franco Di Pippo (Capofila)
  • Azienda agricola Mario Conti
  • Associazione Verde Collina
  • Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (IPSP-CNR),

incontro probiace

Convegno Il futuro del Castagno in Campania

Roccamonfina 11 marzo 2019