Menu

logo PSR

Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

F.A.Q. Misura 144

In questa pagina il referente della Misura ed il Responsabile di Asse daranno una risposta ai vari quesiti ricevuti a mezzo mail o tramite il numero verde dell'Assessorato (800881017), nel caso in cui tali quesiti rivestano un carattere di interesse generale o ricorrente.

Il parere espresso rappresenta il punto di vista del Responsabile stesso e in nessun caso può essere vincolante per l'Amministrazione né sostituire in alcun modo quanto espressamente previsto dai Bandi.

freccina 1) Il bando di attuazione della misura 144 prevede che la compilazione della domanda debba avvenire telematicamente attraverso l'utilizzo del portale del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN). A chi devo rivolgermi per accedere al portale per la compilazione?

freccina 2) Ai fini del rispetto dei termini fissati per la presentazione delle istanze, stabiliti al 31 ottobre 2011, è sufficiente compilare telematicamente la domanda entro la scadenza?

freccina 3) La mia azienda ha percepito nel 2009 aiuti diretti per 12.000,00 euro; nel 2010, a seguito delle modifiche introdotte dal Reg.(CE) 1782/2005, ho percepito solo 7.000,00 euro. La riduzione subita è stata quindi di 5.000,00 euro, e percentualmente superiore al 25% richiesto per accedere agli aiuti. Posso richiedere l'erogazione del sostegno forfettario di 9.000,00 indicato dalla misura?

freccina 4) Come si determina l’importo dell’aiuto massimo richiedibile?

freccina 5) Come deve essere redatto il piano aziendale? deve essere redatto da un professionista? quali sono gli interventi che possono essere previsti?

freccina 6) Il Certificato di iscrizione al registro delle imprese presso la CCIAA, con la dicitura fallimentare ed antimafia, può essere sostituita da una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà?

freccina 7) Come compilare il quadro D della domanda di aiuto (- INVESTIMENTO) predisposta sul SIAN, in particolare cosa indicare per le voci “spesa” e “contributo richiesto” riportate sotto la dicitura “TOTALE INTERVENTO (EURO)”?

freccina 8) Quali sono i pagamenti che occorre considerare ai fini dell'accesso alla misura? sono solo quelli riferibili al tabacco?

freccina 9) Alcuni pagamenti diretti riferiti all'anno 2010 sono di fatto stati percepiti nel 2011. Devono essere conteggiati fra i pagamenti dell'anno 2010?

freccina 10) Nel bando non e' citato esplicitamente il titolo di conduzione dei terreni costituenti l'azienda che richiede il sostegno. Sono ammesse forme anche diverse da affitto e proprietà?

freccina 11) In caso di aumento o diminuzione della SAU nel corso dei tre anni previsti per la realizzazione del piano di miglioramento, deve essere rifatto il piano aziendale?

freccina 12) Se un'azienda e' stata ceduta totalmente nell'anno 2010 la domanda può essere presentata dal rilevatario, ossia da una ditta che nel 2010 ha presentato e percepito premi diretti settore tabacco per la prima volta (esempio cessione azienda padre - figlio)?

freccina 13) Può beneficiare del finanziamento l'azienda che solo nell'anno 2009 ha coltivato tabacco?

freccina 14) Quali sono gli interventi che possono essere previsti dal piano di miglioramento e quali sono i parametri di valutazione degli stessi (in particolare è possibile prevedere l'acquisto di plastiche di copertura per tunnel, di motozappe, decespugliatori, manichette per l'irrigazione, benne da applicare alla trattrice per caricare i cartoni per l'imballaggio ed altri piccoli attrezzi)?

freccina 15) Esiste un minimo di interventi che necessariamente devono essere indicati nel piano aziendale?

freccina 16) Quali sono le giustificazioni di spesa che all'atto dei controlli devono essere prodotte per gli investimenti effettuati? E per gli investimenti realizzati in economia?

freccina 17) Le spese per gli investimenti previsti dal piano devono essere effettuate solo dopo la valutazione dello stesso, o e'anche possibile considerare spese eseguite prima della valutazione del piano o prima della presentazione della domanda?

freccina 18) Esiste un termine entro il quale il piano deve essere realizzato, e/o eventuali stati di avanzamento da rendicontare?

freccina 19) Domanda 16 sono segnalati malfunzionamenti del portale SIAN. Al link "psr 2007-2013 misure strutturali compilazione" la schermata e' ferma all'anno 2008 e 2009.

freccina 20) Dopo aver compilato on-line sul portale SIAN la domanda, averla stampata e, seguendo le indicazioni, ottenuto il suo formale “rilascio” entro quanto tempo deve essere consegnata allo STAPA competente completa della documentazione amministrativa prevista?

freccina 21) Le istanze di aiuto sono sottoposte a valutazione sulla base di requisiti soggettivi del richiedente ed oggettivi dell'azienda; fra quest'ultimi è preso in considerazione la SAU coltivata a tabacco e la sua localizzazione rispetto a particolari aree regionali. Poiché l'ordinamento produttivo delle aziende può subire sostanziali modifiche di anno in anno, si chiede a quale periodo occorre far riferimento per assegnare correttamente il previsto punteggio [24.10.2011].

freccina 22) Fra i fattori di valutazione dell'istanza di aiuto viene considerato il rapporto esistente fra superficie coltivata a tabacco e superficie destinata ad altre produzioni agricole. In relazione alla mutabilità degli ordinamenti aziendali, a quale anno occorre riferire il rapporto [24.10.2011].

freccina 23) Si chiede di meglio precisare i "pagamenti" da conteggiare per i due anni di riferimento per verificare il requisito di accesso all'aiuto. In particolare si vuol sapere se, per il settore del tabacco, possono essere considerati sia i pagamenti riferiti alla quota disaccoppiata che quelli percepiti come quota accoppiata alla produzione. Inoltre si chiede di confermare se, per il calcolo della riduzione dei pagamenti subita, le ditte interessate devono tener conto anche degli altri pagamenti ricevuti da AGEA in aggiunta a quelli per il tabacco. [27.10.2011]

freccina 24) Per il 2010 occorre tener conto del pagamento riferito all'art. 68 (reg 73/09) per miglioramento qualità? [27.10.2011]

freccina 25) A quale fonte far riferimento per il conteggio dei pagamenti da considerare? [27.10.2011]

freccina 26) Per accedere alla misura 144 devo dichiarare di aver provveduto alla dichiarazione alla ASL dell'attività di produzione, allevamento e coltivazione (DIA Sanitaria) ai sensi del Regolamento (CE) 852/2004 del Parlamento europeo". Tale obbligo vale anche per le aziende agricole che producono esclusivamente tabacco? [11.11.11]

 

freccina 1)Il bando di attuazione della misura 144 prevede che la compilazione della domanda debba avvenire telematicamente attraverso l'utilizzo del portale del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN). A chi devo rivolgermi per accedere al portale per la compilazione?

L'accesso al portale SIAN per la compilazione dell'istanza di aiuto può essere effettuata presso gli STAP Agricoltura o presso i CAA.
Torna sopra


freccina 2) Ai fini del rispetto dei termini fissati per la presentazione delle istanze, stabiliti al 31 ottobre 2011, è sufficiente compilare telematicamente la domanda entro la scadenza?

No, non è sufficiente che la sola domanda sia compilata telematicamente entro la scadenza del 31 ottobre 2011. Occorre far pervenire entro tale data allo S.T.A.P.A. Ce.P.I.C.A. competente per territorio (quello nel cui ambito ricade la maggior parte della SAU coltivata a tabacco) sia il "modulo di domanda" stampato e rilasciato dal SIAN a seguito della compilazione telematica, che tutta la documentazione amministrativa indicata nel bando della misura.
Attenzione, il modello di domanda stampato dalla procedura deve essere firmato dal richiedente l'aiuto!
Torna sopra


freccina 3) La mia azienda ha percepito nel 2009 aiuti diretti per 12.000,00 euro; nel 2010, a seguito delle modifiche introdotte dal Reg.(CE) 1782/2005, ho percepito solo 7.000,00 euro. La riduzione subita è stata quindi di 5.000,00 euro, e percentualmente superiore al 25% richiesto per accedere agli aiuti. Posso richiedere l'erogazione del sostegno forfettario di 9.000,00 indicato dalla misura?

La riduzione subita è superiore al 25%, pertanto  può chiedere l'aiuto, ma questo deve essere limitato a 6.500 euro. Infatti, il bando -recependo quanto espressamente disposto dall'art 35 bis del Reg.(CE) n. 1968/2005- prevede che il sostegno forfettario di 9.000,00 euro è pagato frazionato in 3 annualità (2011. 2012 e 2013) di importo decrescente, al "massimo" pari rispettivamente ad Euro 4.500,00, Euro 3.000,00 ed Euro 1.500,00.
L’importo del sostegno annualmente riconosciuto non può superare infatti il 50% della riduzione dei pagamenti diretti percepiti nel 2010 rispetto al 2009. Pertanto, se registra una riduzione di 5.000,00 euro, l'annualità che può essere pagata non può superare l'importo massimo di   2.500,00 euro (il 50% della riduzione subita). Le quote liquidate saranno: - euro 2.500,00 per il 2011 (e non euro 4.500,00); - euro 2.500,00 per il 2012 (e non euro 3.000,00); - euro 1.500 per l'anno 2013.

Allo scopo di evitare errori nella compilazione della domanda di aiuto, può essere scaricato dalla pagina internet della misura 144 un foglio di calcolo (formato Excel) per la determinazione automatica del sostegno totale richiedibile e del suo riparto per annualità inserendo i soli dati di aiuti diretti percepiti nel 2009 e nel 2010.
Torna sopra


freccina 4) Come si determina l’importo dell’aiuto massimo richiedibile?

L’importo totale massimo richiedibile a titolo di sostegno forfettario tiene conto esclusivamente della riduzione (assoluta e relativa) dei pagamenti diretti subita dal richiedente nel 2010 rispetto al 2009. Per verificare il calcolo corretto dell’importo e possibile scaricare dalla pagina internet della misura un foglio di lavoro (in formato Excel per Windows) che a seguito del solo inserimento del premio ricevuto nelle 2 annate indica: se è possibile accedere l’aiuto, l’importo totale del sostegno richiedibile, l’importo che verrà liquidato per rata (per il 2011, il 2012 e il 2013).

Torna sopra


freccina 5) Come deve essere redatto il piano aziendale? deve essere redatto da un professionista? quali sono gli interventi che possono essere previsti?

Non esiste un modello prefissato di piano aziendale, può assumere anche fa forma di relazione tecnica, tuttavia, come espressamente riportato dal bando, deve descrivere la situazione iniziale dell’azienda con particolare riferimento all’ubicazione, alle caratteristiche territoriali, agli aspetti strutturali ed eventualmente occupazionali, ai risultati economici conseguiti ed agli attuali sbocchi di mercato. Deve, inoltre contenere dettagliate indicazioni per lo sviluppo delle attività imprenditoriali e sugli investimenti materiali e/o immateriali necessari a conseguire gli obiettivi prefissati, la sostenibilità economica degli investimenti previsti, il cronoprogramma relativo alla realizzazione degli investimenti programmati, la situazione finale dell’azienda ad investimenti realizzati. Il piano deve inoltre contenere le indicazione per il calcolo dell’sostegno spettante (importo dei premi nelle due annate e elementi che consentono di attribuire la riduzione subita esclusivamente alla riforma dell’OCM). Il Piano, proprio per i contenuti di analisi economica e di dettaglio richiesti, deve essere sottoscritto da tecnico professionista.

Torna sopra


freccina 6) Il Certificato di iscrizione al registro delle imprese presso la CCIAA, con la dicitura fallimentare ed antimafia, può essere sostituita da una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà?

Il certificato di iscrizione al registro delle imprese presso la CCIAA, con dicitura fallimentare ed antimafia è considerato documento necessario e non può essere sostituito da dichiarazione.

Torna sopra


freccina 7) Come compilare il quadro D della domanda di aiuto (- INVESTIMENTO) predisposta sul SIAN, in particolare cosa indicare quando per le voci “spesa” e “contributo richiesto” riportate sotto la dicitura “TOTALE INTERVENTO (EURO)”?

Il modello predisposto dal SIAN è generico ed utilizzato anche per altre misure; in tal senso non sempre risulta pienamente coerente rispetto alle varie specificità. Nel caso particolare, nei campi “spesa“ e “contributo richiesto” deve essere riportato la medesima somma corrispondente al TOTALE dell’aiuto spettante calcolato sulla base della riduzione dei premi subita (vedi la prima risposta). Ovviamente la percentuale di contributo è pari al 100% Nello spazio che lo stesso Quadro D prevede per le note deve essere sempre riportata sintetica descrizione del piano di miglioramento che si intende realizzare.

Torna sopra


freccina 8) Quali sono i pagamenti che occorre considerare ai fini dell'accesso alla misura? sono solo quelli riferibili al tabacco?

I pagamenti da considerare sono quelli definiti "pagamenti diretti". L'articolo 2 lettera d) del reg. (CE) 1782/2003, (come sostituito dall'art 2 lettera d) del Reg. (CE) 73/2009 riporta per "pagamento diretto" la seguente definizione:" un pagamento corrisposto direttamente agli agricoltori nell'ambito di uno dei regimi di sostegno elencati nell'allegato 1 del presente Regolamento".

Torna sopra


freccina 9) Alcuni pagamenti diretti riferiti all'anno 2010 sono di fatto stati percepiti nel 2011. Devono essere conteggiati fra i pagamenti dell'anno 2010?

Sì. Sono da considerare i pagamenti diretti "spettanti" per i due anni di riferimento, indipendentemente dall'epoca della loro liquidazione da parte di AGEA.

Torna sopra


freccina 10) Nel bando non e' citato esplicitamente il titolo di conduzione dei terreni costituenti l'azienda che richiede il sostegno. Sono ammesse forme anche diverse da affitto e proprietà?

La tipologia del titolo di possesso dei terreni costituenti l'azienda intestataria del fascicolo del richiedente l'aiuto è ritenuta ininfluente ai fini dell'accesso al sostegno.

Torna sopra


freccina 11)In caso di aumento o diminuzione della SAU nel corso dei tre anni previsti per la realizzazione del piano di miglioramento, deve essere rifatto il piano aziendale?

Il piano aziendale può essere modificato su richiesta del beneficiario, una sola volta entro i 6 mesi successivi alla data di emissione del provvedimento di concessione individuale del sostegno. Il Soggetto attuatore (STAPA) può approvare o no le modifiche proposte in relazione alla rispondenza con gli obiettivi prefissati. Modifiche richieste oltre i termini o che prevedono sostanziali riduzioni delle superfici aziendali potrebbero in tal senso comportare la revoca del sostegno ed il recupero delle quote già liquidate.

Torna sopra


freccina 12) Se un'azienda e' stata ceduta totalmente nell'anno 2010 la domanda può essere presentata dal rilevatario, ossia da una ditta che nel 2010 ha presentato e percepito premi diretti settore tabacco per la prima volta (esempio cessione azienda padre - figlio)?

No. Indipendentemente dal rapporto di parentela fra vecchio e nuovo titolare, le aziende che percepiscono i premi nelle 2 annualità di riferimento sono diverse. Tale situazione contrasta con le condizioni di accesso al sostegno.

Torna sopra


freccina 13) Può beneficiare del finanziamento l'azienda che solo nell'anno 2009 ha coltivato tabacco?

Sì. Le condizioni di accesso prevedono espressamente la coltivazione (produzione) di tabacco nel 2009.

Torna sopra


freccina 14) Quali sono gli interventi che possono essere previsti dal piano di miglioramento e quali sono i parametri di valutazione degli stessi (in particolare è possibile prevedere l'acquisto di plastiche di copertura per tunnel, di motozappe, decespugliatori, manichette per l'irrigazione, benne da applicare alla trattrice per caricare i cartoni per l'imballaggio ed altri piccoli attrezzi)?

Gli investimenti o le azioni previste dal piano aziendale devono apparire come la risposta dell'azienda alla riduzione egli aiuti subita a seguito della modifica delle regole. Il piano deve consentire alla stessa di ridurre al minimo possibile la differenza di reddito registrata. In questo senso gli investimenti proposti, se riferiti a colture preesistenti che non risultano modificate (nella superficie investita, nella tecnica di coltivazione ecc.) non possono essere considerati necessari per ridurre il gap registrato e quindi non possono essere previsti nel piano di miglioramento.

Torna sopra


freccina 15) Esiste un minimo di interventi che necessariamente devono essere indicati nel piano aziendale?

No, non esiste un minimo di interventi, ma il piano azienda deve risultare credibile ed efficace allo scopo previsto.

Torna sopra


freccina 16) Quali sono le giustificazioni di spesa che all'atto dei controlli devono essere prodotte per gli investimenti effettuati? E per gli investimenti realizzati in economia?

Deve essere possibile rilevare l'effettiva realizzazione del piano. In buona sostanza per gli acquisti, oltre al riscontro fisico, dovrà essere dimostrata la spesa sostenuta (direttamente ed esclusivamente del beneficiario). Gli interventi in economia che possono essere considerati nei piani di miglioramento sono, per analogia, esclusivamente quelli già previsti dalla misura 121. Ovviamente per la loro realizzazione valgono le medesime regole: perizia giurata, fotografie ante, durante e dopo le operazioni, anagrafe completa degli addetti e compatibilità degli stessi (per età, competenze specifiche e condizioni generali) con gli interventi eseguiti.

Torna sopra


freccina 17) Le spese per gli investimenti previsti dal piano devono essere effettuate solo dopo la valutazione dello stesso, o e' anche possibile considerare spese eseguite prima della valutazione del piano o prima della presentazione della domanda?

In linea generale il piano può essere avviato a realizzazione solo dal momento in cui è presentata l'istanza. Deroghe sono previste dal Bando per le sole aziende già beneficiarie di aiuti ai sensi della misura 121 e o 311 per le quali il piano di miglioramento o gli investimenti finanziati possono vantaggiosamente essere considerati ai fini dell'accesso al sostegno della misura 144.

Torna sopra


freccina 18) Esiste un termine entro il quale il piano deve essere realizzato, e/o eventuali stati di avanzamento da rendicontare?

Il piano deve comunque concludersi entro il pagamento dell'ultima trance (2013). Sarà sottoposta a verifica almeno una volta e comunque prima del saldo finale.

Torna sopra


freccina 19) Sono segnalati malfunzionamenti del portale SIAN. Al link "psr 2007-2013 misure strutturali compilazione" la schermata e' ferma all'anno 2008 e 2009.

Non si tratta di malfunzionamento. Per la compilazione dell'istanza occorre accedere all'anno 2009.

Torna sopra


freccina 20) Dopo aver compilato on-line sul portale SIAN la domanda, averla stampata e, seguendo le indicazioni, ottenuto il suo formale “rilascio” entro quanto tempo deve essere consegnata allo STAPA competente completa della documentazione amministrativa prevista?

Non è fissato un tempo minimo o massimo fra il rilascio a sistema della domanda e la consegna della stessa (opportunamente firmata dal richiedente il sostegno) al Settore regionale competente. In ogni caso la domanda – completa di tutta la documentazione necessaria- deve pervenire allo STAPA entro il termine di chiusura del bando, fissato per lunedì 31 ottobre 2011.

Torna sopra


freccina 21) Le istanze di aiuto sono sottoposte a valutazione sulla base di requisiti soggettivi del richiedente ed oggettivi dell'azienda; fra quest'ultimi è preso in considerazione la SAU coltivata a tabacco e la sua localizzazione rispetto a particolari aree regionali. Poiché l'ordinamento produttivo delle aziende può subire sostanziali modifiche di anno in anno, si chiede a quale periodo occorre far riferimento per assegnare correttamente il previsto punteggio.

Il bando della misura prevede l'assegnazione di 16 punti a favore delle aziende la cui SAU a tabacco ricade prevalentemente in territori definiti "montani" o caratterizzati da svantaggi naturali diversi dai territori montani (direttiva 75/268(CE)) delle macroarre PSR A3, B, C, D1 e D2. Tale condizione può utilmente essere verificata solo con riferimento al periodo 2009. Infatti fra i requisiti di accesso agli aiuti è richiesto che l'azienda interessata abbia coltivato tabacco almeno in tale periodo. Allo scopo andranno sempre forniti nella relazione tecnica che accompagna l'istanza gli elementi necessari per l'assegnazione dello specifico punteggio [24.10.2011]

Torna sopra


freccina 22) Fra i fattori di valutazione dell'istanza di aiuto viene considerato il rapporto esistente fra superficie coltivata a tabacco e superficie destinata ad altre produzioni agricole. In relazione alla mutabilità degli ordinamenti aziendali, a quale anno occorre riferire il rapporto.

Anche in questo caso, e per le medesime motivazioni già riportate per la FAQ precedente, occorre far riferimento al periodo 2009 [24.10.2011]

Torna sopra


freccina 23) Si chiede di meglio precisare i "pagamenti" da conteggiare per i due anni di riferimento per verificare il requisito di accesso all'aiuto. In particolare si vuol sapere se, per il settore del tabacco, possono essere considerati sia i pagamenti riferiti alla quota disaccoppiata che quelli percepiti come quota accoppiata alla produzione. Inoltre si chiede di confermare se, per il calcolo della riduzione dei pagamenti subita, le ditte interessate devono tener conto anche degli altri pagamenti ricevuti da AGEA in aggiunta a quelli per il tabacco.

Come già detto in precedenza (vedi FAQ n. 8) i pagamenti da considerare nel calcolo della la riduzione subita fra gli anni di riferimento (2009 e 2010) sono tutti quelli percepiti dalla ditta interessata in attuazione dei regimi indicati nell'allegato 1 di cui al regolamento del reg. (CE) 1782/2003, (come integrato dal Reg. (CE) 73/2009). In particolare per il Tabacco si è del parere che vadano considerati i pagamenti riferiti sia alla quota disaccoppiata che quelli percepiti come quota accoppiata alla produzione. Interpretazioni differenti renderebbero assolutamente inefficace la misura destinandola ad una platea estremamente ridotta di aziende, sopratutto in regioni come la Campania dove la produzione del tabacco spesso investe la totalità dei terreni condotti.

Torna sopra


freccina 24) Per il 2010 occorre tener conto del pagamento riferito all'art. 68 (reg 73/09) per miglioramento qualità?

Per l'anno 2010 va certamente conteggiato il pagamento connesso all'articolo 68 del reg.73/09

Torna sopra


freccina 25)A quale fonte far riferimento per il conteggio dei pagamenti da considerare?

Gli elementi per la corretta determinazione della perdita economica registrata fra i due anni di riferimento sono posseduti da AGEA e nella generalità dei casi rilevabili da ciascuna ditta sul SIAN. Allo scopo di rendere sicuramente possibile il riscontro del possesso dei requisiti di accesso, nelle more di ricevere specifici archivi informatizzati da AGEA, si rende necessario prevedere che le ditte interessate producano, fra la documentazione amministrativa a supporto dell'istanza, anche gli elementi utilizzati a base per il conteggio della riduzione dei pagamenti e quindi del l'aiuto richiesto.

Torna sopra


freccina 26) Per accedere alla misura 144 devo dichiarare di aver provveduto alla dichiarazione alla ASL dell'attività di produzione, allevamento e coltivazione (DIA Sanitaria) ai sensi del Regolamento (CE) 852/2004 del Parlamento europeo". Tale obbligo vale anche per le aziende agricole che producono esclusivamente tabacco?

No. Se l'azienda agricola produce esclusivamente tabacco non è tenuta all'obbligo di denuncia e pertanto non deve rendere la dichiarazione richiesta . Il regolamento 852/2004 interessa nello specifico le aziende agricole che realizzano produzioni destinate al settore alimentare. Nel caso rappresentato la dichiarazione può essere così modificata: "Di non esser tenuto, nel rispetto del Regolamento 852/2004 e delle direttive approvate dalla Giunta Regionale della Campania con Deliberazione 797 del 16.06.2006, alla denuncia alla ASL dell'attività di produzione, allevamento, coltivazione".

Torna sopra