Menu

logo PSR

Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

F.A.Q. Misura 321

In questa pagina il referente della Misura ed il Responsabile di Asse daranno una risposta ai vari quesiti ricevuti a mezzo mail o tramite il numero verde dell'Assessorato (800881017), nel caso in cui tali quesiti rivestano un carattere di interesse generale o ricorrente.

Il parere espresso rappresenta il punto di vista del Responsabile stesso e in nessun caso può essere vincolante per l'Amministrazione né sostituire in alcun modo quanto espressamente previsto dai Bandi.

freccina Cosa si intende per Interventi finalizzati alla fruizione allargata e coordinata dei servizi alle persone? Quali sono questi servizi?

freccina Cosa si intende per “Le domande devono tassativamente pervenire entro il termine di scadenza del bimestre di riferimento? e ancora “la procedura è a sportello”

freccina E' possibile affidare la progettazione ad una Società di Ingegneria, con Direttore Tecnico iscritto regolarmente all'Albo?

freccina E' possibile che la progettazione sia interna all'ENTE PUBBLICO e che venga affidato un incarico di supporto tecnico-amministrativo e gestionale ad una società di consulenza esterna, riconoscendole il compenso all'interno delle spese generali?

freccina Il 5% a cui fa riferimento il Bando per le spese di avviamento dei servizi è da sommare al 12% oppure è una percentuale aggiuntiva del Quadro Economico?

freccina E’ possibile finanziare (richiedente Comune capofila ex legge 328/00) centri di aggregazione per giovani/anziani?

freccina Fermo restando la concertazione tra le parti gestori del servizio (ASL , Azienda Ospedaliera e Amministrazione provinciale) è possibile finanziare: - il completamento/ampliamento della piattaforma di e-governament di telemedicina provinciale? - l’acquisto di un poliambulatorio mobile con a bordo una TAC da utilizzare nei paesi area D1 e D2?

freccina Un’Azienda Ospedaliera che ha assunto un ruolo centrale nella gestione del servizio di telemedicina può presentare richiesta di finanziamento?

freccina Dal bando si evince che i richiedenti possono essere: -Azienda Sanitarie Locale, -Comunità Montane, -Comuni in qualità di capofila dell’Ambito territoriale (ex L. 328/00), esclusi i comuni capoluogo di provincia. Che vuol dire?

freccina La realizzazione di un progetto che prevede un centro polifunzionale con ludoteca, aula multimediale con palcoscenico, sala da tè e biblioteca, può essere candidata a finanziamento ai sensi della tipologia g) Fruizione allargata e coordinata dei servizi alle persone, o della tipologia d) Centri di aggregazione comunale?

freccina Nella programmazione dell'asse III del PSR per la misura 321 i beneficiari per le tipologie di intervento B e C sono i Comuni in qualità di soggetto capofila dell'Ambito Territoriale. Come mai nell'avviso è stata individuata l'ASl come soggetto beneficiario?

freccina I centri di aggregazione comunale (tip. D) possono essere oggetto di istanza da parte di Enti Pubblici associati (in convenzione) con imprese sociali (Dec. Lgsl 155/06) operanti in una o più delle 7 branche di attività individuate dal bando? Nel caso di risposta affermativa in quale forma giuridica è necessario che vangano stabiliti i rapporti fra i proponenti associati?

freccina In riferimento alle tipologie di intervento b) Telesoccorso e c) Telemedicina, si indica quale beneficiario (punto 5) la "ASL in qualità di soggetto designato dal comune capofila dell'ambito territoriale". Al successivo punto 7. Tipologie di spese ammissibili, sempre relativamente alle tipologie b) e c) il bando prevede che: "Ogni beneficiario potrà presentare al massimo un progetto per ciascuna tipologia". In considerazione del recente programma di riorganizzazione della Sanità in Campania, che ha previsto accorpamento delle ASL esistenti, si fa notare che, agli effetti del PSR, si è verificata una riduzione dei soggetti potenzialmente beneficiari. Si richiede pertanto se il vincolo sopracitato si intenda effettivamente riferito alla ASL, che in tal caso potrebbe presentare un solo progetto di Telemedicina/Telesoccoroso per tutto il territorio rappresentato, oppure se tale vincolo è da considerarsi applicabile al binomio ASL- Comune Capofila dell'ambito territoriale designante.

freccina Tra la documentazione da allegare alla domanda vi è "il piano di miglioramento aziendale":
a) per la redazione di tale piano si può procedere sulla scorta del modello già adottato per le misure 121 e cluster 112/121?
b) coinvolgendo tale piano una azienda agricola, lo stesso deve essere redatto da un tecnico agrario (agronomo/forestale, perito agrario, agrotecnico) o può essere redatto anche da altri tecnici anche se senza specifiche competenze nel settore agricolo?
c) con il piano di miglioramento bisogna dimostrare una aumento della PLV, un miglioramento dei servizi o cos'altro? Se il progetto prevede la ristrutturazione di un casolare con la creazione di locali per la formazione, le attività laboratoriali, due camere per attività referenziali e un punto vendita, deve prevedersi per forza anche l'acquisto di tutte le attrezzature e gli arredi o si può ovviare giustificando che l'azienda è già in possesso di parte degli arredi e che altri verranno donati o acquistati successivamente?

Infine, se possibile, si chiede di conoscere la data approssimativa di apertura del Bando e la dotazione finanziaria che si presume possa essere stanziata per l'azione f.

freccina Start up: è possibile il riconoscimento dei costi assicurativi e di possesso dei veicoli acquistati? [19.06.2012]

 

freccina Cosa si intende per Interventi finalizzati alla fruizione allargata e coordinata dei servizi alle persone? Quali sono questi servizi?

Si ricorda che la tipologia G del Bando della Misura 321 del PSR 2007/2013 pubblicato sul BURC numero speciale del 29/09/08 e sul sito www.regione.campania.it, prevede la possibilità per i soggetti beneficiari (ASL, Comunità Montane e Comuni in qualità di capofila) di implementare ed integrare quei servizi che sono ritenuti indispensabili per la popolazione di un territorio (gli interventi sono previsti esclusivamente nelle Macroaree C, D1 e D2). Un’attenta analisi delle difficoltà che la popolazione residente si trova ad affrontare nel quotidiano consente di delineare quei servizi ritenuti essenziali per la popolazione residente atti a migliorarne la qualità della vita e che con l’intervento pubblico possono essere resi accessibili al maggior numero possibile di fruitori. In tale ottica sarà possibile conseguire gli obiettivi  prefissati  al punto 3 del Bando della Misura 321.  A puro titolo di esempio potrebbe essere finanziato un progetto che preveda la realizzazione di un centro di primo soccorso o un centro di riabilitazione oppure un  centro di accoglienza ecc. che interagisca con i soggetti preposti all’erogazione di servizi specifici (ASL, Aziende ospedaliere, 118, Comuni, Comunità montane, centri di riabilitazione ecc.).
Torna sopra


freccina Cosa si intende per “Le domande devono tassativamente pervenire entro il termine di scadenza del bimestre di riferimento? e ancora “la procedura è a sportello”

Si rimanda ad un approfondimento del punto 5.1 delle  Disposizioni  Generali pubblicate sul B.U.R.C. numero Speciale del 29/09/08.
Torna sopra


freccina E' possibile affidare la progettazione ad una Società di Ingegneria, con Direttore Tecnico iscritto regolarmente all'Albo?

Si ricorda che l’art. 7 comma 6 del D.lgs 165/2001 e s.m.i. prevede che per esigenze cui non possono far fronte con personale in servizio, le amministrazioni pubbliche possono conferire incarichi individuali ad esperti di provata competenza, determinando preventivamente durata, luogo, oggetto e compenso della collaborazione. Va inoltre ribadito che il compenso rientra nelle Spese Generali.
Torna sopra


freccina Il 5% a cui fa riferimento il Bando per le spese di avviamento dei servizi è da sommare al 12% oppure è una percentuale aggiuntiva del Quadro Economico?

Si precisa che le spese di avviamento dei servizi sono previste nella misura max del 5% e sono indicate al punto 9 “Spese Ammissibili” I capoverso del Bando della Misura 321, pubblicato sul BURC numero speciale del 29/09/08, pertanto non rientrano tra le spese generali.
Torna sopra


freccina E’ possibile finanziare (richiedente Comune capofila ex legge 328/00) centri di aggregazione per giovani/anziani?

La realizzazione di un centro di aggregazione è un intervento previsto dalla tipologia d, per la quale è in fase di elaborazione il relativo Bando
Torna sopra


freccina Fermo restando la concertazione tra le parti gestori del servizio (ASL , Azienda Ospedaliera e Amministrazione provinciale) è possibile finanziare: - il completamento/ampliamento della piattaforma di e-governament di telemedicina provinciale? - l’acquisto di un poliambulatorio mobile con a bordo una TAC da utilizzare nei paesi area D1 e D2?

In relazione al primo trattino si precisa che sono state appena completate le 5 Piattaforme e-government realizzate da ciascuna Provincia della Regione Campania ed al momento non si prevedono ampliamenti, le Province, tra l’altro, non rientrano tra i soggetti beneficiari del Bando della Misura 321; in relazione al secondo trattino si rammenta che con la Misura 4.11 del POR Campania 2000-2006, tipologia a2, nella Regione Campania sono già stati finanziati complessivamente 36 poliambulatori, pertanto pur non escludendo la possibilità di finanziarne altri con la tipologia G, bisogna tener presente che, così come previsto dal punto 7, pagina 3 del citato Bando della Misura 321, i progetti dovranno tendere all’implementazione ed integrazione dei servizi essenziali alle persone favorendone lo sviluppo coordinato nei territori rurali, valorizzando le iniziative locali e il lavoro di rete mediante una gestione efficiente ed omogenea degli stessi; pertanto va attentamente valutata la possibilità di un utilizzo allargato dei mezzi esistenti anche attraverso un progetto finanziabile all’interno della misura 321, tipologia G.
Torna sopra


freccina Un’Azienda Ospedaliera che ha assunto un ruolo centrale nella gestione del servizio di telemedicina può presentare richiesta di finanziamento?

Il punto 5 del bando di attuazione della Misura 321, definisce i Beneficiari per singola tipologia e pertanto, esclusivamente per la tipologia G, l’ASL rientra tra i soggetti deputati alla presentazione di istanze di finanziamento, ma solo per interventi da realizzare nelle macroaree C, D1 e D2, così come previsto al punto 4 del Bando della Misura 321 e condivisi con le istituzioni locali (Comuni, Comunità Montane ecc.)
Torna sopra


freccina Dal bando si evince che i richiedenti possono essere: -Azienda Sanitarie Locale, -Comunità Montane, -Comuni in qualità di capofila dell’Ambito territoriale (ex L. 328/00). esclusi i comuni capoluogo di provincia. Che vuol dire?

L’esclusione dei comuni capoluogo di provincia riguarda esclusivamente Benevento e Avellino in quanto questi comuni si trovano in territori appartenenti alle macroaree C, D1 e D2, ma non è da escludere che, a titolo di esempio, l’ASL di Benevento possa presentare un progetto da realizzare nei comuni della medesima provincia che ricadono nelle macroaree C, D1 e D2.
Torna sopra


freccina La realizzazione di un progetto che prevede un centro polifunzionale con ludoteca, aula multimediale con palcoscenico, sala da tè e biblioteca, può essere candidata a finanziamento ai sensi della tipologia g) Fruizione allargata e coordinata dei servizi alle persone, o della tipologia d) Centri di aggregazione comunale?

La tipologia g) della Misura 321, così come recita la sua intestazione, prevede la realizzazione di interventi finalizzati alla fruizione allargata e coordinata dei servizi alle persone. tale obiettivo è conseguibile attraverso la valorizzazione di iniziative locali ed un lavoro di rete mediante una gestione efficiente ed omogenea degli stessi. In tale ottica è pertanto fondamentale l'interazione con i soggetti preposti all'erogazione di servizi specifici (ASL, Aziende ospedaliere, 118, Comuni, Comunità montane, centri di riabilitazione, ecc.). Con tale chiave di lettura un centro polifunzionale con la tipologia di servizi da offrire descritta è configurabile tra gli interventi previsti dalla tipologia d) della Misura 321, il cui bando è in fase di elaborazione.
Torna sopra


freccinaNella programmazione dell'asse III del PSR per la misura 321 i beneficiari per le tipologie di intervento B e C sono i Comuni in qualità di soggetto capofila dell'Ambito Territoriale. Come mai nell'avviso è stata individuata l'ASl come soggetto beneficiario?

Il Bando di attuazione della Misura 321 individua come destinatari delle tipologie di intervento Telemedicina e Telesoccorso le AA.SS.LL. in qualità di soggetto designato dal Comune capofila dell’Ambito Territoriale (ex L. 328/00) per l’erogazione del servizio. Si deve ricordare infatti che, anche in base all’esperienza maturata con la precedente fase di programmazione 2000-2006, i servizi di cui alle predette tipologie possono essere erogati con efficacia ed efficienza se opportunamente collegati al Servizio Sanitario Locale, e quindi alle AA.SS.LL. Tali Agenzie comunque non possono autonomamente avanzare domanda di finanziamento, atteso che rimane il Comune capofila dell’Ambito territoriale l’unico soggetto in grado di recepire i fabbisogni e le esigenze della popolazione e di dare esplicito mandato all’ASL per la presentazione dell’istanza. Tale procedura assicura la sinergia tra i due soggetti, necessaria al corretto funzionamento dei servizi finanziati, per i quali è indispensabile il coinvolgimento di personale specializzato delle AA.SS.LL.
Torna sopra


freccina I centri di aggregazione comunale (tip. D) possono essere oggetto di istanza da parte di Enti Pubblici associati (in convenzione) con imprese sociali (Dec. Lgsl 155/06) operanti in una o più delle 7 branche di attività individuate dal bando? Nel caso di risposta affermativa in quale forma giuridica è necessario che vangano stabiliti i rapporti fra i proponenti associati?

Si precisa che i beneficiari della tipologia d) Centri di aggregazione comunale individuati dal bando sono: - Enti pubblici, di cui all’art. 1 comma 2 del D.lgs n. 165/2001, in forma singola o associata; - Imprese sociali, come espressamente elencate nel bando; - Enti ecclesiastici ed Enti delle confessioni religiose con cui lo Stato ha stipulato accordi. Pertanto gli Enti pubblici in forma singola o associata tra di loro, possono conferire la gestione del centro ad imprese sociali o ad altri soggetti abilitati all’erogazione dei servizi proposti, mediante apposita convenzione stipulata ai sensi del Bando di cui in oggetto.
Torna sopra


freccina In riferimento alle tipologie di intervento b) Telesoccorso e c) Telemedicina, si indica quale beneficiario (punto 5) la "ASL in qualità di soggetto designato dal comune capofila dell'ambito territoriale". Al successivo punto 7. Tipologie di spese ammissibili, sempre relativamente alle tipologie b) e c) il bando prevede che: "Ogni beneficiario potrà  presentare al massimo un progetto per ciascuna tipologia". In considerazione del recente programma di riorganizzazione della Sanità  in Campania, che ha previsto accorpamento delle ASL esistenti, si fa notare che, agli effetti del PSR, si è verificata una riduzione dei soggetti potenzialmente beneficiari. Si richiede pertanto se il vincolo sopracitato si intenda effettivamente riferito alla ASL, che in tal caso potrebbe presentare un solo progetto di Telemedicina/Telesoccoroso per tutto il territorio rappresentato, oppure se tale vincolo è da considerarsi applicabile al binomio ASL- Comune Capofila dell'ambito territoriale designante.

Il Bando di attuazione della misura 321 indica quale soggetto destinatario l’ASL in qualità di soggetto designato dal Comune capofila dell’Ambito territoriale. Ne consegue che, essendo l’ambito territoriale beneficiario degli interventi, le ASL potrà presentare al massimo un progetto per ciascuna tipologia per ciascun Ambito territoriale.

Torna sopra


freccina tra la documentazione da allegare alla domanda vi è "il piano di miglioramento aziendale"; a) per la redazione di tale piano si può procedere sulla scorta del modello già adottato per le misure 121 e cluster 112/121? b) coinvolgendo tale piano una azienda agricola, lo stesso deve essere redatto da un tecnico agrario (agronomo/forestale, perito agrario, agrotecnico) o può essere redatto anche da altri tecnici anche se senza specifiche competenze nel settore agricolo? c) con il piano di miglioramento bisogna dimostrare una aumento della PLV, un miglioramento dei servizi o cos'altro? Se il progetto prevede la ristrutturazione di un casolare con la creazione di locali per la formazione, le attività laboratoriali, due camere per attività referenziali e un punto vendita, deve prevedersi per forza anche l'acquisto di tutte le attrezzature e gli arredi o si può ovviare giustificando che l'azienda è già in possesso di parte degli arredi e che altri verranno donati o acquistati successivamente? Infine, se possibile, si chiede di conoscere la data approssimativa di apertura del Bando e la dotazione finanziaria che si presume possa essere stanziata per l'azione f.

Quesiti a e c): il bando della misura 321 prevede che il progetto di investimento debba essere corredato, tra l’altro, da una relazione tecnico-economica a firma di un tecnico abilitato, nella quale bisognerà dare spazio anche ad un “piano di miglioramento aziendale” vale a dire una descrizione dettagliata degli interventi proposti dall’impresa sociale richiedente, che come è noto non è un’azienda agricola, riguardanti la realizzazione di nuove attività o il miglioramento dei servizi già esistenti, come ad esempio lavori di ristrutturazione, adeguamenti di strutture a favore di disabili, acquisti di materiali, strumentazioni ecc. Pertanto il “Piano” richiesto non può essere riferito tout court al modello in uso per le misure da Lei citate.

Quesito b): la scelta della figura professionale alla quale affidare la redazione di un progetto, va individuata tra quelle tecnicamente più idonee per una corretta impostazione dell’idea progettuale;

Inoltre si precisa che il piano di miglioramento dovrà prevedere anche la piena funzionalità delle attività finanziate e che pertanto occorrerà dimostrare il possesso delle attrezzature e/o arredi a tanto necessarie, ovvero l’impegno ad acquistarle a proprie spese. La parte riguardante le sole attrezzature e/o arredi costituirà parte integrante dell’oggetto delle verifiche in loco che saranno realizzate anche ai fini dell’accertamento finale tecnico e amministrativo sulla regolare esecuzione dell’intervento, ai sensi delle vigenti disposizioni per l’attuazione delle misure del PSR 2007/13.
Infine riguardo alla data di pubblicazione del bando, ad oggi non è stato ancora fissato il termine, e in occasione delle prossima emissione sarà comunicato l’importo messo a bando per la tipologia in esame.

Torna sopra


freccina Start up: è possibile il riconoscimento dei costi assicurativi e di possesso dei veicoli acquistati?

I costi di start up sono i costi sostenuti per l'avviamento di una nuova impresa, o di una nuova attività relativa ad un'impresa già esistente, prima della sua apertura o prima che essa sia operativa. Tali costi comprendono sia i costi del personale operativo che avvia la nuova iniziativa, sia i costi sostenuti per i servizi esterni, sia infine i costi di pubblicità per la presentazione della nuova iniziativa. Pertanto, non possono considerarsi ammissibili a contributo le spese a carattere ordinario, connesse cioè alle normali spese di funzionamento dell'impresa, né quelle di carattere ricorrente, sia continuative che periodiche (ad es. quelle contabili, fiscali, assicurative, di possesso ecc.) anche se sostenute per la prima volta nella fase di Start Up dell'attività. Per tali motivi, si ritiene non ammissibili a contributo le spese di assicurazione RCA e Furto e Incendio, nonché quelle relative alla Tassa di possesso.