PANE DI S. SEBASTIANO

I fornai di S. Sebastiano al Vesuvio, un comune dell'area vesuviana in provincia di Napoli, sono considerati dei maestri nella produzione delle forme di pane che hanno preso il nome dal comune stesso. Il pane di San Sebastiano ha visto negli anni mantenere invariate le regole produttive e gli ingredienti utilizzati così da rimanere un prodotto genuino e di altissima qualità. Il palatone di San Sebastiano ha forma allungata e altezza superiore alla base; per preparalo si utilizza farina di grano tenero, lievito madre (criscito), acqua rigorosamente locale e la giusta dose di sale. La farina viene aggiunta al criscito sciolto in acqua tiepida e il composto viene lasciato lievitare per diverse ore. La pasta viene poi modellata in forme dal peso che può variare dal mezzo chilogrammo a due kg che vengono cotte in forno caldo a legna. Le caratteristiche del pane di San Sebastiano sono la crosta sottile e dorata e la deliziosa mollica bianca, che si conserva fragrante per parecchi giorni. Oltre che nei negozi della zona il pane viene venduto dagli ambulanti la domenica mattina.

english flag Bakers from S. Sebastiano al Vesuvio, a town in Vesuvian's area in Naples's suburbs, are considered the masters in the bread product which takes its name from the town. Pane di San Sebastiano's production methods and ingredients haven't changed through the years, remaining in this way a high quality and genuine product. Palatone from San Sebastiano has a long shape, higher than the base. Ingredients are soft grain flour, yeast, strictly local water and the right amount of salt. Flour is mixed to yeast diluted in warm water and then left to rise for a few hours. The dough is then moulded in shapes that can vary from half a kilo to 2 kilos and baked in a hot wood fire oven. Pane di S. Sebastiano's main traits are the thin golden crust, the delicious white interior and that it can be stored for days. Other than in local shops, the bread is sold on Sunday mornings by peddlers.

PANE DI S. SEBASTIANO