Prodotti tradizionali

Pomodoro Guardiolo

Territorio interessato alla produzione

Guardia Sanframondi e comuni della valle telesina (BN).

Descrizione sintetica prodotto

Forma della bacca ovale oblunga, larghezza 3-4 cm, lunghezza 6-7 cm, buccia liscia con accenno di costolatura (quattro loggie) all'apice, assenza di umbone, colore rosso intenso, polpa dolce, succo acidulo e ricco di semi, buccia sottilissima. per uso allo stato fresco in cucina e nella preparazione delle conserve sempre associato al tipo lungo (San marzano) cui conferisce una caratteristica nota acidula.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, condizionamento, stagionatura

Maturazione fortemente scalare, come la fioritura, con grappoli di 5-6 bacche a diverso grado di maturazione anche nello stesso grappolo; la maturazione avviene da luglio fino a tutto ottobre; la pianta è vigorosa e richiede tutoraggio, arrivando ad altezza di 1,20 mt, pianta a sviluppo indeterminato.

Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione

Materiali ed attrezzature tipiche dell'orticoltura familiare.

Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive

Il pomodoro guardiolo è riconosciuto nell'area di coltivazione per i suoi pregi, ed è destinato all'uso locale previa cottura (non viene consumato in insalata) sia per sughi freschi che per le passate di pomodoro o per la conserva.

segnaposto