Prodotti tradizionali

scarpariello


Territorio interessato alla produzione

intera provincia di Napoli

Descrizione

metodo veloce di preparazione della pasta con un condimento a base di pomodori freschi o pelati, formaggio grattugiato, peperoncino piccante e basilico fresco.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, condizionamento, stagionatura

Il nome sembra derivare dai cosiddetti "scarparielli", i calzolai, le cui mogli aiutavano nell'attività familiare e quindi avevano la necessità di preparare un pasto veloce, a pranzo, che potesse essere portato alla bottega senza perdere la sua fragranza, altra possibile etimologia deriva dal condimento, particolarmente indicato per la "scarpetta" (pane intinto nel sugo rimasto nel piatto una volta finita la pasta). il tipo di pasta piu adatto è costituito dalle pennette o dai mezzanelli, che venivano tolti dall'acqua di cottura molto al dente, per essere aggiunti ad un condimento composto da pomodori, freschi o pelati, cotti per 10-15 minuti con olio extravergine di oliva ed aglio e peperoncino piccante. Si mescola aggiungendo il formaggio grattugiato (provolone, pecorino o parmigiano) mantecando, infine si aggiunge su ogni piatto del basilico fresco.

Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione

Normali attrezzature di cucina.

Osservazioni sulla tradizionalità

E' una ricetta nata in ambito urbano almeno nella prima metà dell'Ottocento, con l'affermarsi della pasta condita con pomodoro (ragù o fresco), rinvenibile in tutte le osterie e ristoranti tipici del centro storico di Napoli, ove sembrerebbe originato fra gli artigiani che vi avevano la loro bottega.