Prodotti tradizionali

Uva salamanna

Territorio interessato alla produzione

Si coltivava sulla collina di Posillipo e nella conca di Agnano, e nell'area vesuviana (NA).

Descrizione sintetica prodotto

Varietà antica, pressocché scomparsa, recuperata da alcuni appassionati viticultori locali; ha acini di grandi dimensioni, tondi o ovati, polpa consistente, dolce, succosa, profumo e sapore di moscato, tipicamente da mensa e da essiccazione I grappoli sono grandi, allungati, spargoli; buccia giallo-verdastra fino a giallo dorato a piena maturità.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, condizionamento, stagionatura

Tipiche della viticoltura delle aree marginali; vitigno locale a duplice attitudine.

Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione

La maggior parte delle lavorazioni è manuale, anche per l'ambiente impervio in cui sono presenti spesso i vigneti.

Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive

E' un'uva soprattutto da mensa e da essiccazione (uva passa); veniva vinificata assieme ad altre uve a bacca bianca per conferire particolari aromi e sentori al vino.

segnaposto